Sale dell’Himalaya, sale iodato, sale marino, sale marino, sale a basso contenuto di sodio, sale di potassio, salgemma – ci sono molti tipi di sale sul mercato. Ma tutti sostengono allo stesso modo l’equilibrio di sodio e potassio da cui dipendono l’idratazione, un sistema nervoso e muscolare funzionante e un cuore sano? L’equilibrio del sodio e del potassio non è solo un modo per disidratarsi o soffrire di malattie della civiltà, ma anche per aumentare la vitalità e il benessere!

Equilibrio potassio-sodio

Che cos’è l’equilibrio sodio-potassio?

L’equilibrio sodio-potassio è uno stato in cui la corretta proporzione di questi elementi viene mantenuta nel corpo. Un cuore sano, la mancanza di ipertensione, di riflessi e di coordinazione, e anche la pelle senza cellulite è l’effetto dell’equilibrio tra sodio e potassio. Lo standard di sodio è 135 145 mmol/l e lo standard di potassio è 3,5-5,2 mmol/litro di sangue. Il corpo umano contiene più sodio, anche se il potassio ha bisogno di meno, è assolutamente essenziale per la salute! Sodio e potassio sono due elementi che insieme, spalla a spalla, sono responsabili delle funzioni corporee più importanti:

  • equilibrio osmotico e corretta idratazione
  • il corretto funzionamento del sistema nervoso e muscolare
  • sistema cardiovascolare sano e pressione sanguigna normale

Acqua+ sodio+potassio=equilibrio sodio potassio

Acqua – un grande amico dell’uomo

L’acqua nel corpo rappresenta circa il 60%-80% del peso corporeo ed è essenziale per la vita. Trasferisce i nutrienti alle cellule e ne assicura la disintossicazione. I dietologi raccomandano di bere grandi quantità di liquidi, ma non tutti idratano efficacemente il corpo. Caffè, tè e bevande energetiche contengono caffeina e sostanze chimiche che accelerano la disidratazione. Quando beviamo queste bevande, perdiamo più acqua di quanta ne beviamo, quindi appare la disidratazione. Cosa bere per idratare il corpo quando anche bere regolarmente grandi quantità d’acqua potrebbe non proteggere dalla disidratazione? L’acqua ha bisogno di alleati, e questi sono macroelementi: sodio e potassio. Insieme all’acqua (e ai carboidrati), formano una bevanda isotonica che permette una rapida idratazione del corpo. Un bicchiere d’acqua con l’aggiunta di sale appropriato (preferibilmente sale marino con aggiunta di potassio) è ricco di elettroliti, grazie ai quali il corpo metabolizza il liquido in modo più efficace. Secondo il professor Ivan Nieumywakin, autore di importanti pubblicazioni sul ruolo del sale nel corpo, 2-3 grammi di sale per ogni bicchiere d’acqua sono sufficienti affinché l’acqua circoli in modo più efficiente nel corpo. Il fatto che l’acqua con il sale idrata efficacemente il corpo è noto da secoli ai beduini, che durante le loro spedizioni nel deserto mettevano sulla lingua diversi granelli di sale e li bevevano con l’acqua. I nostri nonni, quando andavano a lavorare nei campi, nei giorni caldi portavano con sé acqua salata e le nostre nonne ci dicevano che il pasto più importante è una zuppa, che è acqua con sale (e additivi). Per saperne di più sulla disidratazione.

L’uomo è fatto anche di sale

Il sodio, che è il componente base del sale, è l’elemento alcalino più importante del corpo umano. Come elettrolita, influenza l’equilibrio osmotico e la gestione dell’acqua, regolando l’idratazione delle cellule e prevenendo la disidratazione. Partecipa alla trasmissione degli impulsi nervosi, grazie ai quali sono possibili spasmi muscolari e il loro rilassamento. Influenza l’equilibrio acido-base, proteggendo dall’acidificazione. Il sodio nel corpo si trova nei muscoli, nel cervello, nei nervi, nel midollo, nella pelle, nella mucosa gastrica e intestinale. Il fegato pulisce il corpo con la sua secrezione – la bile solo se c’è del sodio. Senza sodio, tutti i processi bioenergetici sono più difficili. Lo stesso vale per la digestione. Un pizzico di sale prima di un pasto o nel corso di un pasto aiuta a produrre ulteriore succo gastrico e a purificare il corpo dalle vecchie cellule.

Potassio – l’elemento della salute

Il potassio è corresponsabile dell’equilibrio sodio-potassio, che determina la nostra salute e il nostro benessere. Insieme al sodio, al magnesio e al calcio, il potassio è un elettrolita che influisce sul contenuto d’acqua dell’organismo e sul corrispondente potenziale della membrana cellulare. È essenziale per la conduzione degli impulsi nervosi e per il corretto funzionamento di tutti i muscoli, compreso il più importante, il cuore. Il potassio nel corpo aiuta a mantenere una corretta pressione arteriosa, riducendo il rischio di aterosclerosi e di infarto. Come è stato dimostrato in molti studi – abbassa efficacemente la pressione sanguigna e quindi la domanda “Come abbassare la pressione sanguigna? “Aumentate la quantità di potassio nella vostra dieta!” Il potassio partecipa anche alla sintesi delle proteine, cioè alla creazione dei più importanti elementi costitutivi del corpo umano. Attiva circa 300 enzimi, che partecipano al metabolismo di carboidrati, proteine e grassi. I sintomi della carenza di potassio (la cosiddetta ipopotassiemia) sono disturbi cardiaci, aumento della pressione sanguigna, spasmi muscolari o tremori, intorpidimento degli arti. L’eccesso di potassio (iperkaliemia) è raro, perché l’eccesso viene rimosso con l’urina. La mancanza di potassio nel corpo deriva da una dieta povera di potassio, può anche essere causata da diarrea, vomito, disidratazione, assunzione di diuretici.

L’equilibrio del sodio e del potassio – come funziona esattamente?

Il sodio regola il contenuto di acqua all’esterno della cellula, cioè negli spazi intercellulari e nei fluidi corporei, il potassio – all’interno, e l’acqua assicura che la cellula venga lavata e le tossine vengano rimosse. Questo assicura la corretta funzione muscolare, così come il trasporto di aminoacidi e zuccheri e vitamine alle cellule: B1, colina, biotina, PP e C. Tra l’interno della cellula nervosa e lo spazio intercellulare insieme all’acqua c’è un flusso di ioni sodio e potassio, grazie al quale il corpo conduce gli impulsi nervosi. Essi regolano il lavoro del cuore e degli altri muscoli, così come: la velocità di apprendimento e di pensiero, la coordinazione, la postura e la tensione muscolare, e assolutamente tutte le attività che si svolgono nel nostro corpo. Tuttavia, affinché questi processi abbiano luogo, sono necessarie le giuste proporzioni di acqua, sodio e potassio.

Sodio, potassio e il loro squilibrio

Quando c’è una carenza di potassio nel corpo, la quantità di sodio (ipernatremia) aumenta eccessivamente e il corpo trattiene l’acqua. Questo porta a gonfiore: gambe gonfie o piedi gonfi. Ipertensione e malattie cardiache, spasmi muscolari e sbalzi d’umore appaiono. Quando abbiamo una carenza di sodio (la cosiddetta iponatremia) e beviamo molta acqua, che non sarà escreta, le cellule saranno danneggiate. È meglio raggiungere l’acqua con una maggiore quantità di sostanze minerali o aggiungere sale di sodio e potassio, che equilibra perfettamente la sana proporzione di ioni.

Il potassio negli alimenti – dove trovarlo?

Per mantenere l’equilibrio sodio-potassio, è necessario garantire un apporto costante di potassio al vostro corpo. Le albicocche e i fichi secchi, le noci e le nocciole secche contengono il maggior quantitativo di potassio.  Le fonti di potassio sono tutti i tipi di carne (pollo, carne rossa, selvaggina), pesce (salmone, passera pianuzza, merluzzo, sardine), frutta (banane, avocado, prugne, agrumi), verdura (patate, broccoli, piselli, fagioli, fagioli, sedano, pomodori, zucca). Il sale di potassio permette anche di integrare sistematicamente questo prezioso bioelemento.

Sodio negli alimenti – quali prodotti contengono sodio?

Il sale è la fonte più importante di sodio. Le fonti di sodio sono piante: alghe marine, pomodori, melanzane, patate, fagioli bianchi e tessuti animali: muscoli e fegato. Per assimilare il sodio dalla carne, è necessario consumarlo crudo, o almeno il minor trattamento termico possibile. Oggi il sale viene aggiunto a molti alimenti, quindi è improbabile che ne manchi. Per questo motivo è meglio scegliere il sale a basso contenuto di sodio con l’aggiunta di potassio invece del comune sale di roccia o del sale fermentato.

Leggete anche il nostro articolo su Slimmestar e scoprite come potete perdere peso in modo efficace e prendervi cura della vostra riserva di elettroliti.

Quanto sale al giorno?

Non dovremmo mangiare troppo sale. Secondo le attuali raccomandazioni alimentari, è possibile consumare fino a 5 g (1 cucchiaino da tè) al giorno, anche se ogni corpo ha un bisogno individuale di sale. Il Dr. Iwan Nieumywakin raccomanda 4 g, sostenendo che l’eccesso di sale può essere un male, ma la carenza è ancora peggiore. La quantità è importante, ma anche la qualità, l’origine e la composizione. Il primo posto è occupato dal sale di potassio a basso contenuto di sodio, che, grazie alla sua composizione, supporta l’equilibrio del sodio potassio. Per vivere, il corpo deve avere un sistema nervoso funzionante e un cuore sano, e deve essere idratato, motivo per cui è così importante mantenere un rapporto ottimale tra acqua, sodio e potassio. Sostituire la dieta regolare con sale a basso contenuto di sodio arricchito con potassio è un passo verso il mantenimento dell’equilibrio sodio-potassio, che garantisce salute, vitalità e benessere.

Lascia un commento